Cigno

Cigno

CIGNO è lo pseudonimo di Diego Cignitti , musicista romano, classe 1992. Innamoratosi del blues e di tutta la discografia di John Mayer, comincia a scrivere brani intorno al 2012 ed a pubblicarli sul suo profilo Youtube.
I brani arrivano all’orecchio dell’etichetta romana Urban49 la quale produce il disco “CIGNO” sotto la produzione di Lello Panico.
Nel 2015 inizia la dura e felice strada dell’auto-produzione.
Nel 2016 esce il suo singolo “Eroi” in collaborazione con il Kate Creative Studio/Matteo Costanzo.
Nel 2017, in una nuova veste electro/blues, presenta "1000 Passi”, il primo singolo estratto dal suo EP in uscita nel 2018 sotto la produzione artistica targata “Frenetik & Orang3”.
2018 esce " d e t r o i t " ,  l'ultimo brano di "CGNDGI92A13I992C" , il suo nuovo EP.

La magia di un duo insolito, chitarra acustiche e sintetizzatori . Si cerca la sintesi tra la chitarra blues, l’elettronica, e la nuova poesia dell’indie italiano

LABORATORIO DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE – VICOLO CECHOV

Vicolo Cechov

Obiettivo primario del laboratorio di improvvisazione è lo sviluppo delle capacità espressive e aggregative dei ragazzi tramite l’uso di tecniche teatrali, in particolare attraverso esercizi di improvvisazione, esaltando il confronto coi processi emozionali, con la propria espressività corporea e verbale, facendo emergere la creatività personale.

L’improvvisazione ha poche regole semplici ma fondamentali: l’ascolto, l’attenzione e la disponibilità alle proposte degli altri e alla creazione collettiva.

The Zac Race Tree Project

ZAC RACE

Gruppo musicale rock indipendente. La band si compone di musicisti locali (Civitavecchia) che si esibiscono da molti anni ed in diverse formazioni. Punto di forza della band è di esser riuscita a trovare una forte sintonia interna, che porta a concerti live a tratti esplosivi a tratti intimisti, grazie anche alla sapiente direzione del maestro Duilio Galioto ed alla spinta propositiva di Emiliano Cropani e Francesco Candelari.
I testi, in lingua inglese, scritti da Stefano Chiocca e Massimiliano Piccolo, rappresentano tratti di quotidianità, raccontano esperienze personali o consistono in racconti onirici con la finalità di risvegliare un’ampia gamma di emozioni sempre forte allineamento con la musica che li sostiene. Il batterista Carlo Schiaroli ne sorregge il ritmo ed il talentuoso Luca Laudi impreziosisce le atmosfere rock/psicadelico con i suoi molteplici effetti.
Il progetto che il gruppo vorrebbe far conoscere a Tolfarte, nasce circa dieci anni fa, e raccoglie i frutti di tante collaborazioni importanti.

Circo Puntino

circo puntino

Stasera in piazza sono arrivati Gregor il sogno di ogni casalinga, e Katjusha la diva dello spettacolo, grandi artisti del circo di Moldavia!

Sono solo in due ma con i loro attrezzi, la ruota tedesca e la giraffa, possono rievocare la meraviglia del circo, quella vecchia realtà che fa sorridere grandi e piccini.

Lo spettacolo mischia manipolazione e danza acrobatica con le scope, peripezie sulla ruota tedesca ed equilibrismi sulla giraffa con tre ruote, il tutto acceso dalla magia del fuoco.

E’ uno spettacolo di strada dai risvolti poetici e onirici, ma che non rinuncia a divertire con un finale infuocato coinvolgente.

Alesticks (TolfArte Kids)

FLOWERSTICKS

Alessandro Macchiaiolo, in arte Alesticks, da 11 anni è artigiano giocoliere, costruisce i giochi di giocoleria con cui si esibisce, i flowersticks!  Partecipa a festival e manifestazioni per fare esibizioni e workshop, durante i quali mette a disposizione la sua esperienza e i suoi giochi a chiunque sia interessato a provare questo antico e divertente gioco di giocoleria!!!  In questo modo, si crea sempre una bellissima situazione di gioco tra bambini e genitori: in poche parole, una piccola scuola di flowersticks itinerante in cui si gioca sia con un obiettivo puramente ludico sia con l'intento di insegnare le tecniche di base del gioco!!!

S-banda-ti

sbandati

Il gruppo nasce nel febbraio del 2016,dalla passione per il carnevale e per le percussioni brasiliane,di un gruppo di amici dell'associazione carnevale monteporziano "Enzo Torregiani".Il gruppo è coordinato dal batterista professionista Pino Vecchioni in collaborazione con il percussionista Simone "Federicuccio" Talone,è composto da 20 elementi e porta nelle proprie esibizioni tutta la forza e l'allegria tipica della musica brasiliana,in particolare delle scuole di samba.Il risultato è un irresistibile energia,ed un ritmo incalzante,che costringe anche i più restii a ballare e muoversi al ritmo della batucada.

Compagnia La Capra Ballerina

Compagnia La Capra Ballerina

"Il guardiano dei porci" (Liberamente tratto dalla storia di H.C. Andersen)

Il Principe di un regno piccolo piccolo decide di chiedere in sposa la principessa di un grande regno. Il principe si fa assumere come guardiano dei porci reali. E dal basso del porcile conquisterà il cuore della principessa, facendo leva sulla sua curiosità e costruendo dei marchingegni musicali ingegnosi. Il Principe è un ragazzo dolce ed un po' goffo, la Principessa, una ragazzina sola ed un po' viziata, il Re un tipo bonario e giocherellone che ha una vera adorazione per i suoi porci reali, e, come la figlia, indossa il suo ruolo come un vestito troppo stretto.

Shanti Lion

SHANTI

Andrea Siecola, polistrumentista, Hang player, Sound engineer, Producer, noto in giro per il Mondo come SHANTI LION. Il suo percorso musicale inizia a 5 anni dal pianoforte, proseguendo con l'esplorazione di vari altri strumenti che lo porta all'età di 12 anni ad approcciarsi al sassofono. A 13 anni è uno dei più giovani studenti del Conservatorio di Musica 'Stanislao Giacomantonio' di Cosenza e dopo 4 anni di studi classici, sentendo il bisogno di maggiori contaminazioni, lascia il Conservatorio iniziando la sua personale ricerca ritmica attraverso le percussioni. Durante i numerosi viaggi studia le ritmiche popolari del sud dell'Europa, africane e sudamericane con vari strumenti, spaziando dal Tamburello al Djembé, dalle Congas al Cajòn...  Tra le scoperte fatte su questo cammino, la più significativa è stata l'HANG, strumento inventato in Svizzera nel 2000 come evoluzione dello Steelpan, il quale, unendo ritmo e melodia, entra nel 2010 nel percorso dell'artista e ne diventerà il protagonista principale. Da allora, dopo varie collaborazioni italiane ed europee, come “Enarmonic”, “Ohm Sweet Ohm” e “Urban Vibes”, e due album all'attivo (e un terzo, il primo singolo, in uscita), porta in giro per il mondo le morbide e avvolgenti melodie dei suoi Handpan col progetto elettro-acustico solista Shanti Lion Project, in cui i sintetizzatori si mescolano, attraverso live looping, a percussioni etniche e strumenti ancestrali, per un 'One man show' dalle sonorità sempre in evoluzione.

Mr. Ivan - Premio MArtelive

MR IVAN

Bubble Concert

Un concerto sta per cominciare ma l’Orchestra continua a tardare.

Un inserviente venuto per pulire dovrà intrattenere gli ospiti nel frattempo che non arrivano. Darà vita così al concerto con le bolle di sapone……

Sefarad

SEFARADA
Canti e racconti dalla Spagna Sefardita e Andalusa
Sefarad è un programma musicale a cura di Claudio Merico e Giulia Tripoti incentrato sugli antichi testi popolari dalla Spagna Sefardita e le poetiche Arabo Andaluse “Muwashahat" e "Zajal" sino alla riproposizione di alcuni brani strumentali tipici tratti dalle Nubat Al-Ala (Musica Classica Andalusa Marocchina nata da11 Tabai'a o modi, dei 24 creati da Ziryab nel IX secolo).
Al Andalus (Andalucia) al tempo della dominazione Moresca (dal VIII al XV secolo) fu fiorente centro culturale, che diede i natali a generi poetici e poeti di altissimo profilo culturale che hanno segnato tutta la cultura araba dei secoli a venire. A seguito della "reconquista" dei Re Cristiani, questo patrimonio culturale viaggia e si sposta assieme ai popoli verso tutto il Maghreb e, nel caso della Diaspora Sefardita, arriva sino ad est in Turchia. Al Andalus fu esempio di multietnicità e integrazione tra popoli e religioni (arabi, berberi, sefarditi e cristiani).
Giulia Tripoti - voce, bendir, qraqeb
Claudio Merico - oud, rebab arabo andaluso

Cronopio

cronopio

Cronopio in “Cronopio a Secas”

Da quando è stato stato chiuso con la forza in un baule carico di abilità, fallimenti e una manciata di poesie, Cronopio si è spostato da un porto all'altro ... Ha lavorato in un circo fino a quando non hanno gettato via la tenda ... Da allora, vive nel suo baule. Ogni volta che arriva in un porto nuovo, trova un nuovo pubblico, la sua unica speranza di tornare al circo. Mariano Gedwillo, in arte Cronopio, porterà in scena un spettacolo di teatro e circo per tutte le età, in cui sia il circo che il teatro appariranno al pubblico attraverso la poesia, per cambiare la realtà.

Gran Parata - Abraxa teatro

3Gran Parata

La parata/spettacolo un’esplosiva formazione di trampolieri e musicisti che, con costumi colorati, i volti dipinti, l’energia del ballo e la forza viva degli strumenti a percussione, condurranno il pubblico in uno spettacolo itinerante di indiscusso impatto sonoro, visivo ed emozionale con coreografie e danze, con numeri di abilità e scene comiche, con musica dal vivo e ritmi ispirati al dixieland ma soprattutto alla Murga argentina e alla musica afro-latina in generale (samba, samba-reggae,  maracatù, marcha camion etc.) e alla musica popolare italiana.

Grande Lupo Bulgaro

Teodor

Teodor Borisov, in arte Grande Lupo Bulgaro
Uno spettacolo di marionette a filo per tutti, durante il quale il maestro animerà le sue piccole creazioni di legno a tempo di musica: un’atmosfera magica e una quindicina di piccoli e grandi personaggi scolpiti ad arte.

Compagnia Mangiafuoco

Compagnia Mangiafuoco

"Cicero ad Circenses"

Ci troviamo nell’antica Roma Imperiale. Nerone di fronte alla platea dei bambini vuole offrire uno spettacolo che sia degno dei fasti della Città Eterna e chiama il presentatore Cicero con il suo cast di strampalati artisti ad intrattenere e divertire il pubblico. Sul palcoscenico si alternano legionari, mangiafuoco, danzatrici orientali, gladiatori e bestie feroci ed ogni numero è sottoposto al giudizio  della platea.Lo spettacolo è recitato in diretta e si rimodella ogni volta sugli umori e sulle simpatie del pubblico, sempre diversi e imprevedibili. Alla fine  i bambini diventano i veri protagonisti della scena e ne determinano il ritmo e la spettacolarità. 

Irene Betti

BETTI

Irene presenta un concerto originale per arpa e contorsionismo. Lo strumento antico dal suono dolce e delicato viene usato per creare nuove atmosfere, vivaci e affascinanti: armonie barocche accostate a ritmi del flamenco, sonorità classiche e jazz, arrangiamenti rock e composizioni originali contemporanee.

Nesodden Street Band (Kids)

nosodden kids

Questa band sarà a Tolfarte grazie ad un gemellaggio del Festival con la città di Nesodden (Norvegia): è composta da un gruppo di musicisti di età compresa tra i 9 e i 50 anni che non vedono l’ora di suonare a Tolfa.

Hanno frequentato una scuola chiamata "Jaer skole" e suoneranno anche al Festival di Arte di Strada di Nesodden, il Kulturisten, che si terrà il prossimo 1 settembre: con loro ci saranno anche i LestoFunky, street band italiana famosissima in tutto il territorio.

Puppets (TolfArte Kids)

Puppets

Due attrici performers racconteranno attraverso l'arte della parola del mimo e la gestualità le favole di Esopo e La Fontaine, attraverso l'uso dei puppets che ci permetteranno di vedere animati i personaggi protagonisti delle storie. Lo spettacolo, animato dai puppets e dalla voce delle attrici, oltre che dalla gestualità mimica ed espressiva di queste ultime, incanterà sia  grandi che piccini. 

Victor Maya

morello

Victor Maya è un organettista originario di città del messico. Membro di una famiglia che tradizionalmente conserva e restaura strumenti antichi di musica meccanica. Da quando ha 14 anni viaggia con il suo organetto a canne suonando melodie di diverse regioni del mondo composte specificamente per il suo strumento.
Nei suoi viaggi attraverso le americhe e l'europa oltre ad aver portato questa tradizione per le piazze, si è dedicato alla ricerca sulle tracce dell'organettista come personaggio storico, attivo da prima del 1600.

Fokoloko

11918958 938197152908131 3648859297666022055 n

"CHI GIOCO COL FUOCO SI BRUCIA!" Non nel mio caso. Vi condurrò in un viaggio attraverso il regno del fuoco arcaico elemento nemico se sconosciuto e compagno fedele se domato. Sono riuscito a divenirne amico e, con lui, a costruire uno spettacolo che si intreccia con tradizioni di danze antiche e sempre nuove emozioni.

GODIé

godiè

"CHI GIOCO COL FUOCO SI BRUCIA!" Non nel mio caso. .Vi condurrò in un viaggio attraverso il regno del fuoco  arcaico elemento nemico se sconosciuto e compagno fedele se domato. Sono riuscito a divenirne amico e con lui costruire uno spettacolo che si intreccia con tradizioni di danze antiche e sempre nuove emozioni

Il Viola

ILVIOLA

Mi chiamo Alessandro, ho 19 anni e un infinita voglia di far ascoltare ciò che penso.
Il modo che ho scelto per farlo, è la musica.

Yoga della risata (TolfArte Kids)

PHOTO 2019 07 19 16 36 26

In occasione di TolfArte, un laboratorio con bambini, famiglie o adulti con lo yoga della risata di Giorgia Calcari, attrice, regista e insegnante di Yoga della Risata!

Lo yoga della risata è una pratica nata nel 1995 grazie al medico indiano Madan Kataria, che ha unito strumenti provenienti dal teatro, dal gioco, il canto, la danza, la medicina… e la risata, per migliorare umore, stato psico-fisico e relazione nelle persone.

Ridere, cominciando anche per finta, dopo 10 minuti induce il corpo a produrre gli ormoni del piacere e dell’amore (ossitocina, endorfine, serotonina, dopamina) e ad abbassare il livello del cortisolo, che produciamo invece in stato di stress.

Nella pratica ci si trova ben presto a ridere spontaneamente e all’improvviso diventa facile il contatto fisico, fare amicizia, aprirsi, vedere il mondo con grande leggerezza e positività.

Lo yoga della risata affonda le sue radici in scoperte scientifiche della medicina e delle neuroscienze.

Si gioca, si balla, si canta e si fanno esercizi/giochi di risata e tutto diventa più luminoso.

Possono praticarlo tutti, anche diversamente abili, anziani, tutti.

Sarà un’occasione per gioire insieme e godere della vicinanza dell’altro e della possibilità di ridere e stare nella leggerezza.

Circo Sonambulos

sonambulos

Due artisti circensi arrivano in piazza per presentare la loro ultima creazione artistica, ma qualcosa non va come previsto. Nonostante ciò i due protagonisti sono decisi a voler completare l'opera. Ce la mettono tutta pur di riuscirci e, tra lanci di molteplici oggetti e volteggi acrobatici, s'arrabiano, litigano, si aiutano, si ringraziano, cercano aiuto, si lasciano e ritornano.

Lo spettacolo diviene così un pretesto per esplorare le dinamiche tragico-comiche tra i due personaggi; Il pubblico inevitabilmente empatizza con le vicende poichè comuni in ogni relazione e, tra esileranti gags e suspence tecnica, resta senza sapere se quel che è successo in scena era finzione o realtà. 

Zastava orkestar

zastava

Il gruppo è composto da  elementi provenienti da alcune tra le migliori orchestre dell’Alta Maremma e non solo...Gli strumenti usati sono rigorosamente  acustici(ottoni, fiati e percussioni). Il repertorio prevede  brani della tradizione popolare balcanica, oltre ad arrangiamenti e  composizioni originali. Le esibizioni, evocative di atmosfere e situazioni ispirate ai film di  Kusturiça, sono piuttosto movimentate e spaziano tra  musica teatro e giocoleria coinvolgendo attivamente il pubblico, grazie anche all’ottimo feeling tra i componenti dell’orchestra, ormai  da 13 anni insieme a lavorare al progetto; Le sperimentazioni della  ZASTAVA ORKESTAR investono non solo l’ aspetto prettamente musicale, ma anche la ricerca di  una particolare forma-spettacolo tipicamente “di strada”, in cui viene rifiutata la tradizionale dicotomia tra chi si esibisce e chi rimane spettatore passivo. Per abbattere queste barriere normalmente  tra Zastava e pubblico non esistono palco, transenne, microfoni, impianto né intermediazioni dialcun tipo: lo spettacolo può durare  fino a 90" ed è una festa collettiva alla quale chiunque, nel rispetto degli altri, è libero di partecipare se e come vuole

Tutankhamel

TUTANKHAMEL

Da sempre affascinato da arte ed intrattenimento, muove i primi passi in ambito musicale nella scena reggae/dancehall con la “Centrale Sound System” con lo pseudonimo di “Cammello“. La collaborazione con la crew, porta alla produzione di “Oldcity Rudeboyz“, l’album grazie al quale calca i palchi più importanti per il movimento reggae fino ad esibirsi sul main stage del “Rototom Sunsplash“. Numerose le collaborazioni sul palco, in studio e le aperture di concerti di artisti della scena nazionale ed internazionale. Dopo poco comincia l’esperienza solista che porta all’uscita di ”N’artra vita”, l’album d’esordio ed in seguito l’EP “Energia Positiva“, nel quale si cominciano a sentire le influenze di altri generi musicali e la nascita di un flow personale che si evolverà successivamente. Dopo un periodo di stop per capire la direzione musicale da prendere, torna sotto il nome di “Tutankhamel“ con il primo singolo estratto dall’omonimo album work in progress, ”Menta & Lime”.

100 % Circo

100

100 % Circo in “Cappuccetto si salva da se”

Le allieve della Compagnia 100% Circo si esibiranno in uno spettacolo di giocoleria, acrobatica aerea, equilibrismo e danza. 

Augustina

Augustina

Augustina in "Da lì a là, itinerando"... un clown, un luogo, tanti incontri... 

Isabella Raimondi, in arte Clown Agustina, attraverso momenti clowneschi itineranti e interattivi coinvolgerà e trasporterà il pubblico in una dimensione di festa, di scambio gioioso e giocoso, grazie al suo organetto e le sue "bagatelles"...

- "Mi scusi ma cosa significa? Ma cosa farà?"

- "Ah, chi può dirlo!"

Sandro Joyeux

SANDRO JOYEUX

Parigino di nascita, giramondo per vocazione, Sandro Joyeux ha percorso più di mezzo milione di chilometri con la chitarra sulle spalle per raccogliere tradizioni dialetti e suoni del Sud del mondo. Canta in Francese, Inglese, Italiano, Arabo, e in svariati dialetti come il Bambarà, il Wolof, il Dioulà. È reduce da centinaia di concerti in giro tra l’Italia e l’estero negli ultimi anni, tra live club e prestigiosi Festival  di musica world e non solo. 

Sandro Joyeux dal vivo è un’iniezione di pura energia. Un’ora e mezza di spettacolo per un repertorio che spazia dai brani originali alle rivisitazioni di classici e tradizionali africani, un viaggio attraverso i ritmi del deserto e le strade polverose del West Africa, tra le banlieues parigine e il reggae dei ghetti giamaicani.  Che sia solo o con la band, il risultato è sempre lo stesso, non puoi fare a meno di muoverti.

Sonics

SONICS

“Osa”, spettacolo con una forte componente illuminotecnica, è un invito all’uomo e al corpo ad andare oltre i propri limiti e a ritrovare quella fiamma emozionale che è dentro ognuno di noi.

La macchina scenica a forma di piramide sarà il fulcro dello spettacolo e il collante tra strabilianti coreografie e acrobazie aeree mozzafiato, poetiche e visionarie.

La scena è inoltre dominata da nuove macchine sceniche ideate da Alessandro Pietrolini con la complicità di tutti gli Artisti e Acrobati della Compagnia i quali hanno creato autonomamente le loro performances sperimentando con il proprio corpo le possibilità coreografiche offerte dalle nuove attrezzature.

I costumi sono un punto di forza dello spettacolo, il colore dominante è il bianco proprio per esaltare la fisicità e la plasticità dei corpi ma anche la metamorfosi degli oggetti in scena.

Le atmosfere fiabesche lasciano spazio alla ricerca di un solido connubio tra design, tecnologia e magia.

Elemento dominante dello spettacolo sarà come sempre l'acrobatica aerea, nonostante la presenza di suggestive performance di acrobatica visuale a terra

Dani & la Giocoleria

DANIELA

"Dani e La Giocoleria,in Vero amore"
Spettacolo eccentrico di giocoleria comica.

"Decisa a realizzare il suo più grande desiderio,
Dani scende in piazza, prepara se stessa e la scena mostrando tutte le sue abilità,
finché tra l'enorme pubblico, uno sguardo, anzi due o più cattureranno la sua attenzione e saranno loro gli attori protagonisti per inscenare il gran finale."
La Sig.na Dani, ci farà ridere, applaudire, innamorare con palline, capriole , clave, salti, cappelli e fuochi.
Una Donna Giocoliera, una donna attenta al suo sorriso contagioso.
Lo spettacolo porta in scena il gioco in tutte le sue forme dalla classica giocoleria circense al gioco col pubblico che viene coinvolto a 360°.
Adatto ad un pubblico di adulti e bambini.