La storia delle sedie che sapevano la storia

sedia teatro

Scritto e diretto da Enrico Maria Falconi
 
con Roberto Fazioli, Patrizio De Paolis, Simone Luciani
 
La sedia è sicuramente un posto. Magari un luogo. A volerla ascoltare un Racconto.
 
Ora fa che ti siedi proprio su quel racconto. 
 
Immagina che quel luogo si anima. 
 
Quello è il tuo posto?
 
Di sedia in sedia ci racconteremo cose. Attraverseremo le parole e saremo saldi e comodi. 
 
E tu sarai Protagonista. 
 
Lo spettacolo è solo per te! 

Il Signor Q (TolfArte Kids)

unnamed
“Il Signor Q” - Spettacolo di Burattini a cura della Compagnia Mangiafuoco
 È uno spettacolo da tavolo che parla di un pupazzo nato con una testa quadrata di gommapiuma. Attraverso il confronto con il pubblico dei bambini riuscirà a modificarsi e a ottenere un bell'aspetto. Lo spettacolo è preceduto da una breve dimostrazione su come si costruisce un burattino in gommapiuma.  Durata: 40 minuti circa.  N.2 animatori. Necessità di un allaccio elettrico. Può essere rappresentato sia di giorno che in notturna (preferibile).

The reggae circus di Adriano Bono

REGGAE CIRCUS

The Reggae Circus è il nome dello spettacolo itinerante ideato e diretto da Adriano Bono, ex-cantante di Radici Nel Cemento, dal Settembre 2009 impegnato in numerosi progetti da solista.Lo spettacolo ha debuttato nella primavera del 2009 a Roma, e da allora il seguito di fan e ammiratori è cresciuto esponenzialmente grazie alla sua formula vincente che consiste nel felice connubio tra musica Reggae e spettacolo circense, un mix che non si era mai visto prima e che non ha eguali nel mondo.

Il motore dello spettacolo è rappresentato dal live-act della resident band del Reggae Circus, la Torpedo Sound Machine, una formidabile macchina del suono che è in grado di sonorizzare ogni tipo di intervento artistico.

Così, tra nuove canzoni scritte ad hoc per lo show e vecchi classici del repertorio di Adriano Bono, il pubblico si ritrova improvvisamente ad ammirare il numero di uno sputafuoco sul palco, o un numero di giocoleria, clownerie di ogni genere, una banda marciante che irrompe nel cuore della pista in mezzo al pubblico, un numero di Burlesque o di Belly Dance, acrobazie sopra o sotto il palco e quant'altro, in un susseguirsi vorticoso di numeri musicali e di arte varia che lasciano gli spettatori con la bocca aperta per lo stupore e in continua fibrillazione.

Eya Y Compañia

EYA Y Compañia

Nel 2014 è nata una creazione, dove attraverso l'umorismo come filo possiamo vedere, entanglement, talenti, acrobazie e nuovi movimenti. Con il passare del tempo e le esibizioni di oggi, il pubblico può godere di un spettacolo con un'antica estetica da circo, con la finezza di una lingua non parlata. Con tecniche acrobatiche più perfezionate, creando un ambiente in cui la compagnia cerca di trasportare gli spettatori in un altro momento in ogni spettacolo ... a un altro posto. Sinossi: Una donna ha in programma di realizzare il suo spettacolo "Lettere in aria", ma una serie di errori dal suo tecnico la condurrà all'imbarazzo che non le permetterà di farlo inizia il suo spettacolo. Si impiglia in una sedia, sale la corda, sale la lira; cercando di andare avanti nonostante la disattenzione del suo partner ... Eya and Company è stata creata nel 2013. Combina discipline di danza e teatro con Bruno; e il circo e le acrobazie aeree di Paula. La compagnia presenterà il suo spettacolo nel 2014 e ha già effettuato 5 tournée di Europa, 2 stagioni estive in Uruguay, 3 stagioni estive in Argentina. Partecipare a diversi festival, incontri ed eventi privati.

Spettacolo “Chi trova un amico trova una Storia” con Daniele Romeo e Federica Mola (TolfArte Kids)

49B8E7F1 8C8D 47A8 9A42 92C2C5FBA8C6

"Il mondo è una somma di piccoli mondi". 

Romeo e Fortuna sono due appassionati viaggiatori in cerca di nuovi amici con cui condividere le loro storie più divertenti e significative. 
 
Attraverso un meraviglioso percorso di giochi, musica ed emozioni intorno al fuoco della fantasia, le favole del celeberrimo Gianni Rodari, accompagneranno i nuovi amici di Romeo e Fortuna alla scoperta del profondo valore dell'amicizia.

“Cerchi di suono” a cura di Daniela Barra (TolfArte Kids)

Daniela Barra

Seduti in cerchio a suonare assieme vuol dire uno sviluppo della coralità e fusione del gruppo, usanza antica come l’uomo.

Le CIVILTA' COSIDDETTE EVOLUTE…LO HANNO DIMENTICATO! Ora la musica si fruisce , la si “vede” sperdendo la funzione esperienziale e sensoriale. Tuttavia Essa nelle sue forme primitive conserva quanto più di evocativo , curativo, catartico possa accadere nel nostro corpo e nella nostra mente. Le neuroscienze ci avvisano di quanto è possibile attraverso l’ascolto , curare favorendo il linguaggio del corpo, come “veicolo” del cervello: esso stesso è enormemente elastico capace dunque di riformularsi abituarsi a nuove più felici forme di pensiero con l’abitudine alla gioia e alla bellezza. E alla MUSICA. Lo sviluppo del suono nel cerchio ha funzione sciamanica, curativa, rilassante, energizzante. I giochi ritmici sono presenti in natura e nei suoi elementi: impareremo ad ascoltarli, appropriarcene per riprodurli con la voce o col corpo o con gli oggetti. Ciascuno potrà scoprire il proprio strumento sonoro e costruirselo.

Laboratori di percussioni per sviluppare  energie, aggregazione e socialità.

Si utilizza il corpo partendo dal battito del cuore, lavorando su ritmi da duale a composto attraverso l’uso di strumenti musicali di piccola e media forma, a cornice o seduti. Alcuni strumenti sarà possibile costruirli assieme per scoprire il suono e i suoi registri.

Sono i benvenuti i ragazzi con diverse abilità cognitive o motorie.

eVenti Verticali in QUADRO

QUADRO

Quadro nasce dal sogno di danzare su una parete volante, come se quelle degli gli edifici sui quali siamo soliti esibirci, prendessero il volo!
Un palco aereo di 50 metri quadrati, con 4 grandi fori a far da quinte, appare al pubblico come un piano orizzontale che lentamente si muove mutandosi in parete.
Quattro danzatrici si muovono sul bianco palco come matite su un foglio vuoto, come colori su una tela intonsa pronta a dipingersi di salti acrobatici e di voli sospesi a mezz'aria.
In un gioco lento di cambi di percezione, le prospettive si confondono ed i piani orizzontale e verticale si intrecciano in una sorta di inganno prospettico che confonde lo sguardo dello spettatore.
Un percorso artistico multidisciplinare che parte dalla danza verticale per giungere alle discipline aeree circensi.

Lorenzo Kruger

KRUGER

Lorenzo Kruger è il cantante e autore di tutte le canzoni dei Nobraino.

Con questa formazione ha all’attivo più di mille concerti, 6 dischi, presenze su tutti i palchi più importanti della scena italiana. Le sue performance come frontman di questa band sono note per essere fuori dagli schemi, provocatorie e irriverenti. Molti lo ricordano per essersi rasato a zero sul palco del primo maggio mentre cantava una canzone pacifista…

In questo spettacolo, al contrario, Kruger si immobilizza al pianoforte (o perlomeno ci prova..); col pretesto di accompagnarsi con questo strumento infatti, tenta di ridurre lo spettacolo alle sole canzoni. Il suo temperamento però non gli facilità il compito ed è facile che abbandoni il pianoforte sul palco per lanciarsi in platea a leggere monologhi, cantare a cappella, ballare..

Ma sono siparietti estemporanei che svaniscono sempre per lasciare spazio alle canzoni, alla loro interpretazione intima. I migliori brani scritti per i Nobraino (ma anche diversi inediti) saranno ascoltabili quindi in una veste inusuale: nella versione in cui sono state concepite: al pianoforte.

Saranno in scaletta Bifolco, Film Muto, Record del Mondo, Tradimento, Canie e Porci e diverse altre..

Un percorso attraverso la scrittura che passa anche per letture, monologhi, esecuzioni sbilenche e considerazioni semiserie di un personaggio che non dovrebbe esibirsi seduto.

In una atmosfera rilassata, molto distante dai suoi concerti rock, Lorenzo Kruger mette davanti a tutto le sue canzoni e se stesso. "Uno spettacolo a sedere, non a culo", come dice lui.

Laboratorio Cartoni Animali a cura di Associazione Perfareungioco (TolfArte Kids)

perfareungioco

“Perfareungioco” era il nome di un piccolo negozio di giocattoli nel cuore del quartiere romano Monteverde. Oggi è un’associazione culturale che fa del riciclo creativo il suo biglietto da visita. Tutto nasce dalle mani di Roberto Capone, scenografo, con la passione dei giochi per bambini. È lui il creatore degli straordinari “cartoni animali”: cani, gatti pesci, galli e una giraffa di due metri costruita semplicemente utilizzando il cartone di recupero.

«È successo per caso – racconta a b-hop – non avevo programmato niente. Avevo lì quel cartone, e mi prudevano le mani… non avrei mai pensato che sarebbe diventato un lavoro».
Insieme a Capone, l’associazione è composta dal fratello, Gianluigi, giocoliere e clown e da una forte componente femminile: Victoria De Martino, pedagogista, Pandora Leoni, critica d’arte e Ilaria Falco, architetto designer. Una serie di collaboratori dà il proprio aiuto per le iniziative dell’associazione, nata nel 2013.

Tutti concorrono alla realizzazione del progetto creativo, che adesso ha preso corpo, ed è basato su una serie di laboratori artistici per grandi e piccini, che spaziano dalle sculture di cartone alla favola animata, fino al modellaggio dell’argilla.

  • 1
  • 2